giovedì 30 giugno 2016

Recensione: Radice di Liliana Marchesi

Trama:
Un mondo perfetto in cui non vi è posto per la criminalità. Un sistema impeccabile, il Mind, che ha saputo estirpare il marcio della società e donare a tutti una vita serena e tranquilla. Certo, le differenze fra classi sociali ci sono ancora, ma a tutti è stata data l'opportunità di vivere con dignità.
Solo una piaga affligge l'umanità: le numerose ed inspiegabili morti neonatali alle quali nessuno sembra voler dare il giusto peso. Nessuno eccetto Kendall, che si troverà suo malgrado coinvolta nell'incredibile verità che si cela dietro a questi decessi. 
In una fredda notte di Brooklyn, la vita di Kendall Green verrà sconvolta da un incontro inaspettato che le rivelerà l'esistenza degli Orfani, una fazione segreta che è riuscita a sottrarsi al controllo del Mind e che farà di tutto per controllare questo regno di menzogne.


Cosa ne penso?
Radice è il primo libro di una trilogia distopica. Mi sono affezionata al genere dopo aver letto la saga
The maze runner di James Dashner. Devo dire che non mi aspettavo affatto che mi prendesse cosi tanto, l'ho divorato in tre giorni scarsi. E' stata una lettura inaspettata e piacevole.
I personaggi sono ben delineati e infondono mistero per tutto lo svolgersi della trama. Il libro
è pieno di suspense, che ti spinge a voler sapere di più della storia. Non si è mai sazi.
Kendall che improvvisamente perde la memoria per un motivo ignoto.
Trevor, uomo dall'apparenza dura e enigmatica,ma che nasconde diversi segreti, che le fa visita al bar dove lavora e la salva dalle grinfie del Mind.
Bambini che appena nascono sembrano sani e improvvisamente muoiono per motivi misteriosi.
Le persone che sembrano essere soggiogate da un sistema autoritario e corrotto.
Se vi aspettate di capirci qualcosa, allora non avete capito niente. Le sorprese sono dietro l'angolo.
E' una lettura che consiglio agli amanti del genere. Assolutamente.
Ringrazio l'autrice per avermi fatto conoscere questa nuova avventura!


lunedì 27 giugno 2016

Rencensione: Vertigine di Sophie Jomain

                                                                  Titolo: Vertigine
                                                             Autrice: Sophie Jomain
                                                              Editore: Fazi Editore
                                                                  Prezzo: 13,50
                                                                  eBook: 6,99

Trama: All'alba dei diciotto anni, Hannah è semplicemente furiosa all'idea di lasciare Parigi per trascorrere un'altra vacanza estiva a Wick,la piccola cittadina a nord della Scozia dove vive la nonna. Per una ragazza della sua età, abituata alla frenesia della metropoli, non esiste posto più noioso. A risollevarle il morale, per fortuna, ci sono le vecchie amicizie ma anche le nuove conoscenze, fra cui il misterioso Leith,dalla bellezza statuaria e dal fascino irresistibile. Non importa se su di lui circolano strane voci: l'attrazione è immediata, reciproca e incontenibile. Per Hannah sembra che stia iniziando la storia d'amore che tutte le ragazze sognano, ma ogni fiaba che si rispetti ha il suo lato oscuro, e quello della giovane si sta per trasformare in un incubo.


Cosa ne penso??

Tutte le avventure di Hannah iniziano con il suo incontro o meglio scontro con Leith.
Era un ragazzo della mia età, o quasi, ma molto più alto di me. Diciamo una trentina di centimetri. Ma non fu l'altezza a colpirmi e nemmeno quel suo strano calore fisico. No. Furono i suoi occhi, ridenti e simili a due smeraldi lucenti. Nessun dubbio: non avevo mai visto degli occhi così belli.

Ma non sarà la prima volta e una serie di coincidenze la porterà a incontrarlo di nuovo, infatti lo rivedrà giorni dopo e in seguito quando va a visitare il faro della città con la nonna e alla sua festa di compleanno a sorpresa in cui verrà invitato a sua insaputa anche questo misterioso e intrigante ragazzo.
Nello stesso istante in cui capii di toccare Leith,dei formicolii mi si diffusero sulla punta dei piedi e le gambe mi si rammollirono quanto un pezzo di pane secco inzuppato nell'acqua.

Se vi aspettate una normale storia d'amore, mi dispiace deludervi ma il soprannaturale è in agguato: niente è come sembra.


Devo essere sincera. Ho divorato questo libro in poche ore. Non riuscivo più a staccarmi dalle pagine e non vedo l'ora di leggere il secondo!



domenica 26 giugno 2016

Recensione Percy Jackson e gli dei dell'olimpo


Salve readerssssss! :)
Oggi ho deciso di fare la recensione di una saga che mi ha letteralmente incollato alle pagine, ovvero Percy Jackson e gli eroi dell'Olimpo di Rick Riordan.
La saga è composta da cinque libri: Il ladro di fulmini, Il mare dei mostri, La maledizione del titano, La battaglia del labirinto e Lo scontro finale.

Trama vol.1:

Cosa succederebbe se nella New York dei giorni nostri un dio dell’Olimpo si innamorasse di una comune mortale? Nascerebbe un ragazzo come Percy Jackson, figlio di Poseidone e di una cameriera, o come Annabeth, figlia di Atena e di un professore di inglese. È solo a dodici anni che Percy scopre la sua vera identità, quando finalmente la madre, dopo l’ennesima catastrofica pagella, decide di mandarlo all’unica scuola per ragazzi come lui: il “Campo dei Mezzosangue”. Ma proprio quando finalmente si sta abituando a questa sua nuova vita da semidio, Percy è costretto ad abbandonare la scuola per portare a termine un compito titanico: ritrovare entro dieci giorni il fulmine di Zeus, che il malvagio Hades potrebbe aver trafugato, e liberare sua madre dalla prigione in cui il Minotauro l’ha rinchiusa. Con l’aiuto di Grover, il suo satiro custode, e la combattiva Annabeth, Percy dovrà affrontare un viaggio incredibile, attraverso gli Stati Uniti, dalle vette dell’Olimpo alle profondità dell’Ade.



Cosa ne penso?
Premesso che amo il fantasy, l'intera saga mi ha presa dall'inizio fino alla fine. Essa racconta le avventure di Percy Jackson, un ragazzino di appena 12 anni che scopre di essere figlio di un dio e precisamente di Poseidone, uno dei ''pezzi grossi''. Una serie di coincidenze lo porterà al campo mezzosangue, il luogo dove gli semidei vengono allenati per sopravvivere e dove conoscerà Annabeth, figlia di Atena e il satiro Grover, che in realtà lo ha sempre vegliato. La saga si incentra sulle avventure di questo trio ma nel corso dei libri si aggiungono anche altri personaggi come il ciclope Tyson o la coraggiosa Clarisse, figlia di Ares e tanti altri personaggi di cui vi innamorerete. Personalmente amo le battaglie e le storie d'amore e qui non sono mancate.
Non manca nemmeno l'ironia,infatti mi sono ritrovata a ridere da sola non solo per le battute presenti nei libri ma anche per i titoli davvero simpatici e originali dei capitoli utilizzati dall'autore.
Se vi piacciono le leggende e le storie di dei e semidei vi consiglio questa fantastica saga!
Voto: